MODELLO DI DOMANDA DI AMMISSIONE AL SERVIZIO CIVILE SOSTITUTIVO

 

AL MINISTERO DELLA DIFESA
Ufficio LEVADIFE
p.zza K. Adenauer, 3
00144 ROMA-EUR

 

Io sottoscritto........................................nato a.............il..............., residente a ...........................in via.........................., iscritto nelle liste di leva del comune di .............., in possesso del titolo di studio..........................., professione......................, Distretto Militare di...............................
CHIEDO
di prestare il servizio civile alternativo a quello militare, come previsto dalla legge 8 luglio 1998 n. 230
DICHIARO
 
in obbedienza alla mia coscienza nell'esercizio del diritto alla libertà di pensiero, coscienza e religione riconosciute dalla Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo e Convenzione internazionale sui diritti civili e religiosi, di oppormi all' uso delle armi in ogni circostanza, ma ancor più al loro uso organizzato, istituzionalizzato, collettivo e legale in qualsiasi conflitto civile o internazionale, e con qualsiasi occasione o pretesto. Non posso pertanto accettare l'arruolamento nelle Forze Armate o in corpi armati dello Stato, perchè la violenza delle istituzioni mi appare più grave di quella del singolo, che pure condanno; quella degli eserciti di tutte la più inaccettabile, perchè estrema e irreparabile nella sua destinazione antidemocratica e incivile più di ogni altra per la sua struttura.
DICHIARO
inoltre che la mia concezione della vita, che i miei convincimenti religiosi e/o filosofici e/o morali ( nota bene: va messo o un aggettivo, nel caso ci si riconosca in uno solo di essi, oppure tutti e tre utilizzando in tal caso la congiunzione "e" invece di "o") qualsiasi sia il loro grado di "profondità" e quali che siano, non riguardano né ministri, né commissioni, né istituzioni di sorta. Sono io l’unico responsabile e giudice della possibilità e dell’opportunità di esprimerli come di scegliere gli interlocutori che voglio per i miei dialoghi umani. Lo Stato, per la sua stessa ideologia e per la stessa Costituzione, può solamente vagliare e giudicare i miei comportamenti eventualmente delittuosi: mai i miei pensieri, la mia coscienza, contro la mia volontà. Ed è semmai a chi è disposto ad imparare ad uccidere e ad essere ucciso, a chi pretende di insegnarglielo, che dovrebbe essere chiesto quali mai siano i suoi profondi convincimenti morali, religiosi, filosofici. Comunque, non a noi, anche perché non acconsentiamo. Non solo come obiettore nonviolento, quale sono e mi professo, ma come cittadino democratico rifiuto la pretesa di confinare gli ideali e le convinzioni politiche al di fuori della coscienza, nelle sue dimensioni morali, filosofiche religiose.
CHIEDO
dunque, in conformità alla Dichiarazione Universale dei diritti civili dell'uomo, alla Costituzione, alla Convenzione Europea dei diritti dell’uomo, alla legge, di svolgere un servizio alternativo a quello militare.
CHIEDO
inoltre, come previsto dall'articolo 4, comma 2 della legge 8 luglio 1998 n. 230 , di svolgere il servizio civile alternativo nel seguente settore ( sceglierne uno solo tra i seguenti: assistenza, prevenzione, cura e riabilitazione, reinserimento sociale, educazione, promozione culturale, protezione civile,cooperazione allo sviluppo, formazione in materia di commercio estero, difesa ecologica, salvaguardia e fruizione del patrimonio artistico e ambientale, tutela e incremento del patrimonio forestale) preferibilmente in un ente (aggiungere se "pubblico" o "privato") e nello specifico nei seguenti enti nella regione);
DICHIARO
che il mio servizio civile non potrà essere utilizzato

- a fini di lucro;

- come sostitutivo di personale assunto o da assumere per obblighi di legge o per norme statutarie organiche dell'organismo presso cui presterò servizio;

- come sostitutivo del lavoro di coloro che stiano esercitando il diritto allo sciopero,

- e non potrà inoltre consistere in attività che abbiano relazione con la preparazione bellica.

ALLEGO
alla presente dichiarazione:
- dichiarazione sostitutiva di atto notorio da cui risulta l'insussistenza delle cause ostative di cui all'aricolo 2 della legge 8 luglio 1998 n. 230 ( allegato A)
-dichiarazione, ai sensi del comma 2 articolo 4 della legge 8 luglio 1998 n. 230, in cui indico settore d'impiego, preferenza per lo svolgimento del servizio in enti pubblici o privati, regione preferita per il servizio e denominazione degli enti da me prescelti per lo svolgimento del servizio civile ( allegato B);
-denominazione di altra eventuale documentazione che si ritenga opportuna produrre.

in fede

(firma autenticata)

Back | Home