IERI LA POLIZIA E' INTERVENUTA CON VIOLENZA PER CACCIARE GLI STUDENTI DALL'UNIVERSITA': HA ATTACCATO CON LE CAMIONETTE, HA PICCHIATO MANGANELLATO, FERITO;

Da un mese a Roma, come in tutta Italia, il Movimento Studentesco era in lotta: facoltà occupate, discussioni e assemblee in varie scuole.

Nelle facoltà occupate ieri si 1avorava, si discuteva dei problemi della condizione studentesca, ci si organizzava per lottare contro una situazione di subordinazione e contro I struttura autoritaria della scuola si era conquistato il fatto che g esami venivano dati nella facoltà Occupata con il controllo e la pubblica discussione di tutti gli studenti.

Vedendo che il Movimento Studentesco si rafforzava e allargava nella lotta, invece c esaurirsi e di morire spontaneamente, il Rettore e il governo sono ricorsi alla forza.

MA GLI STUDENTI ALLA FORZA HANNO RISPOSTO CON LA FORZA:

questa volta hanno reagito, fermando con barricate i caroselli delle jeep e ribadendo la loro decisione di continuare la lotta e di ritornare nelle facoltà.

Ma la scuola non comincia all'università.

La battaglia deve coinvolgere tutti gli studenti, perché TUTTI GLISTUDENTI DEVONO DIRE NO ALLA SCUOLA DEI PADRONI.

LA LOTTA PROSEGUE:

QUESTA MATTINA ALLE 10 A PIAZZA DI SPAGNA


home oikos

home informagiovani

back